Cerimonia di chiusura a Expo 2010 Shanghai

Cerimonia di chiusura a Expo 2010 ShanghaiL’Expo dei record chiude i battenti. Danze, canti e giochi di luce hanno chiuso in bellezza l’Expo 2010 Shanghai. La festa conclusiva a cui ha partecipato, tra gli altri, anche il premier Wen Jiabao, ha visto la partecipazione di tutte le delegazioni dei paesi presenti all’Expo, trasferendo l’idea che l’esposizione è stata capace di creare una vera e propria comunità internazionale.

Pechino con le Olimpiadi del 2008 s’impose “successo senza precedenti” come parola d’ordine e vinse la sua scommessa lasciando il mondo intero a bocca aperta. Due anni dopo, Shanghai con il suo Expo 2010 che oggi dopo sei mesi chiude i battenti, è riuscita a bissare l’impresa.

Expo 2010 Shanghai è stata l’Esposizione Universale più maestosa, scenografica e costosa della storia, nonché la prima organizzata da un paese emergente, e oggi va in archivio con un successo pieno.

Arrivederci, Expo 2010 Shanghai.

Ciao, Expo 2012 Yeosu!

Tags:

Strutture riutilizzate a fine Expo 2010 Shanghai

Expo 2010 ShanghaiIl grande parco dell’Expo 2010 Shanghai è dotato di molte costose strutture, come le fontane, i bagni mobili e gli spruzzatori d’acqua fresca per combattere il caldo. Queste installazioni saranno smantellate a fine ottobre, alla chiusura della manifestazione, e portate in luoghi di rilievo di Shanghai. Le 112 fontane di acqua potabile saranno trasferite nei principali luoghi turistici della città, tra i quali la centrale Piazza del Popolo. I bagni mobili e gli spruzzatori di aria fresca saranno riutilizzati in occasione di fiere o grandi manifestazioni o nei luoghi di maggiore afflusso turistico.

Shanghai Daily, citando il direttore del dipartimento Strutture e Ambiente della Commissione per l’Expo di Shanghai, fa sapere che altre strutture saranno invece smantellate e vendute all’asta, incluse le oltre 110.000 panchine di pietra con l’immagine della mascotte dell’Expo 2010, Haibao.

Molti dei paesi stranieri hanno deciso, al termine dell’Expo, di donare parti dei loro padiglioni alla Fondazione di beneficenza di Shanghai. Le biciclette che si trovano all’interno del padiglione della Danimarca e il legno di rattan che copre tutto l’esterno del padiglione spagnolo sono già sulla lista delle donazioni. Attraverso aste di beneficenza verranno poi raccolti fondi da destinare in primo luogo al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie in villaggi remoti della Cina. Il materiale di cancelleria presente negli uffici dei vari padiglioni sarà invece donato a scuole frequentate da bambini poveri.

Tags:

All’Expo 2010 Shanghai tutto stupisce

Il padiglione cinese a Expo 2010 ShanghaiA due anni dalle Olimpiadi 2008 di Beijing, e a meno di 100 giorni dai XVI Giochi asiatici di Guangzhou, la Cina sta ancora una volta stupendo il mondo, l’Expo 2010 Shanghai è in pieno svolgimento e a metà del suo cammino, che terminerà a fine ottobre.

L’Expo è una città nella città immensa che è Shanghai: il ponte sullo Huangpu di notte si illumina come un arcobaleno e apre la strada agli oltre trecento padiglioni. Il più grande, gigantesco, è quello rosso a piramide rovesciata, il padiglione della Cina.

Il padiglione italiano è nell’area Europa, accanto a quello inglese che ha una curiosa forma di riccio, e custodisce ad ogni aculeo in fibra ottica un seme delle biodiversità mondiale. Non lonano si scorgono le colorate palafitte olandesi. Poco più in là ecco il padiglione francese che punta sulle pareti vegetali viventi, mentre la Germania ha un padiglione austero fuori e giocoso dentro. La Russia racconta una fiaba ai bambini con una giungla colorata degna dell’Amazzonia, la Svizzera sceglie il fresco relax di una multivisione a volo d’aquila sulle Alpi innevate. La Spagna nel suo padiglione emoziona i visitatori con il bimbo gigante del futuro.

In giro per l’Expo c’è tanta, gente, e tantissima se ne aspetta da qui fino alla chiusura a fine ottobre. Per le strade dell’esposizione universale ci si muove su navette elettriche, con migliaia di giovani “volontari” in divisa celeste pronti a dare indicazioni.

Tags:

L’Expo 2010 Shanghai è a metà della sua strada

Expo 2010 ShanghaiL’Expo 2010 Shanghai compie oggi 3 mesi, costellati di successi e grandi numeri. L’Esposizione universale 2010 di Shanghai ha colpito nel segno, e a metà della sua corsa verso la fine del sesto mese e la relativa chiusura dei battenti, gli organizzatori dicono di aver imparato dai loro errori e promettono giorni migliori e un’organizzazione ancora più efficiente nei giorni a venire.

Il 2010 Shanghai World Expo è cominciato il 1 maggio e chiuderà i battenti il 31 ottobre, ad oggi già più di 30 milioni di visitatori hanno varcato i cancelli, è presto per tracciare un bilancio ma i numeri di questi primi tre mesi mettono senz’altro gli organizzatori in uno stato d’animo positivo.

Inizialmente si sperava che più di 70 milioni di persone avrebbe partecipato a Expo 2010 Shanghai, ma la presenza alcuni problemi ha frenato tali aspettative: lunghe code e qualche settimana di brutto tempo hanno mantenuto molti visitatori a distanza.

Cosa c’è da aspettarsi a Shanghai da qui al 31 ottobre
Gli organizzatori hanno permesso l’apertura di più aree di ristoro nel sito, una maggiore ombreggiatura e molti più “vaporizzatori d’acqua”, comode e divertenti aree per rinfrescare la gente.

In fase finale, partirà l’asta degli oggetti di memorabilia dell’Expo e del materiale usato durante la sua cerimonia di apertura, operazione che si rivelò un enorme successo alle Olimpiadi 2008 di Pechino. Allora, gli strumenti a percussione utilizzati nello spettacolo di apertura furono venduti per circa 80.000 euro ciascuno, dopo essere stati messi all’incanto a un prezzo iniziale di 1.500 euro. Tra le altre cose all’asta a Shanghai, si troveranno 1.800 costumi e 231 barche a vela.

Con i mesi estivi che sono stati variabili, passando da morse di calore a giornate di pioggia battente, gli organizzatori avvertono che quando il tempo si stabilizzerà, ci sarà un enorme aumento delle presenze.

Il consiglio di Expo2010Shanghai.ChinaItaly.info
Organizzare il viaggio in Cina e visitare l’Expo 2010 Shanghai il più presto possibile! Gli organizzatori hanno venduto 50 milioni di biglietti, e ci sono ancora circa 20 milioni di persone che hanno in mano i biglietti d’ingresso, ma non hanno visitato l’Expo.

Tags:


Pubblicità

Spacer