All’Expo 2010 Shanghai tutto stupisce

Il padiglione cinese a Expo 2010 ShanghaiA due anni dalle Olimpiadi 2008 di Beijing, e a meno di 100 giorni dai XVI Giochi asiatici di Guangzhou, la Cina sta ancora una volta stupendo il mondo, l’Expo 2010 Shanghai è in pieno svolgimento e a metà del suo cammino, che terminerà a fine ottobre.

L’Expo è una città nella città immensa che è Shanghai: il ponte sullo Huangpu di notte si illumina come un arcobaleno e apre la strada agli oltre trecento padiglioni. Il più grande, gigantesco, è quello rosso a piramide rovesciata, il padiglione della Cina.

Il padiglione italiano è nell’area Europa, accanto a quello inglese che ha una curiosa forma di riccio, e custodisce ad ogni aculeo in fibra ottica un seme delle biodiversità mondiale. Non lonano si scorgono le colorate palafitte olandesi. Poco più in là ecco il padiglione francese che punta sulle pareti vegetali viventi, mentre la Germania ha un padiglione austero fuori e giocoso dentro. La Russia racconta una fiaba ai bambini con una giungla colorata degna dell’Amazzonia, la Svizzera sceglie il fresco relax di una multivisione a volo d’aquila sulle Alpi innevate. La Spagna nel suo padiglione emoziona i visitatori con il bimbo gigante del futuro.

In giro per l’Expo c’è tanta, gente, e tantissima se ne aspetta da qui fino alla chiusura a fine ottobre. Per le strade dell’esposizione universale ci si muove su navette elettriche, con migliaia di giovani “volontari” in divisa celeste pronti a dare indicazioni.

Tags:

Leave a Reply

Per favore completa il controllo antispam,
poi clicca sul bottone "Submit Comment".

Pubblicità

Spacer